13.10.00 Preparazione e filatura di fibre tessili

DESCRIZIONE

operazioni preparatorie per il trattamento delle fibre tessili: cardatura e pettinatura di tutti i tipi di fibre animali,
vegetali o artificiali, sgrassatura, carbonizzazione e tintura del vello di lana, lavaggio della seta, roccatura, annodatura

  • stigliatura del lino
  • filatura e produzione di filo cardato, pettinato o trama per tessitura o cucitura, per il commercio o per ulteriore
    lavorazione

  • testurizzazione, torcitura, piegatura, ritorcitura e immersione di filati sintetici o artificiali
  • fabbricazione di filati di carta
  • fabbricazione di filati cucirini
    Dalla classe 13.10 sono escluse:

  • operazioni preparatorie effettuate insieme alle attività di agricoltura o allevamento, cfr. 01
  • macerazione di piante che producono fibre tessili vegetali (iuta, lino, fibra della noce di cocco eccetera), cfr. 01.16
  • ginnatura del cotone, cfr. 01.63
  • fabbricazione di fibre e fasci sintetici o artificiali, fabbricazione di monofili (inclusi i filati ad alta tenacità e i filati
    per tappeti) di fibre sintetiche o artificiali, cfr. 20.60

  • produzione di fibre di vetro, cfr. 23.14

    SOGLIA PER IL REGIME FORFETTARIO:

    Possono accedere al Regime Forfettario con aliquota al 15% le attività che non superano la soglia di ricavi annuale pari a

    65.000€

    CATEGORIA DI RISCHIO

    La categoria di rischio viene utilizzata per la valutazione degli adempimenti obbligatori nell’ambito della sicurezza del lavoro.

    RISCHIO ALTO