38.11.00 Raccolta di rifiuti solidi non pericolosi

DESCRIZIONE

  • raccolta di rifiuti solidi non pericolosi (ossia spazzatura), come la raccolta di rifiuti domestici e industriali tramite
    bidoni per la spazzatura, bidoni su ruote, container eccetera; può includere anche la raccolta di materiali misti
    recuperabili

  • raccolta di materiali riciclabili
  • raccolta di rifiuti provenienti dai bidoni dei rifiuti situati in aree pubbliche
  • raccolta di rifiuti da costruzione e demolizione
  • raccolta e rimozione di detriti quali macerie e calcinacci
  • raccolta di materiali di scarto di industrie tessili
  • gestione di impianti per il trasferimento di rifiuti non pericolosi
  • gestione dei centri di raccolta dei rifiuti non pericolosi
    Dalla classe 38.11 sono escluse:

  • trattamento di sostanze alimentari residue per fabbricazione prodotti alimentari, cfr. 10
  • trattamento di residui di macellazione, cfr. 10.9
  • raccolta di rifiuti pericolosi, cfr. 38.12
  • gestione di discariche per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi, cfr. 38.21
  • gestione di impianti in cui i materiali recuperabili misti quali carta, plastica eccetera vengono divisi in categorie
    distinte, cfr. 38.32

  • raccolta di rottami nell’ambito del commercio all’ingrosso di rottami, cfr. 46.77
  • trasporto dei rifiuti e dei residui non pericolosi, non effettuato da imprese che svolgono attività di raccolta e
    smaltimento, cfr. 49.41

    SOGLIA PER IL REGIME FORFETTARIO:

    Possono accedere al Regime Forfettario con aliquota al 15% le attività che non superano la soglia di ricavi annuale pari a

    65.000€

    CATEGORIA DI RISCHIO

    La categoria di rischio viene utilizzata per la valutazione degli adempimenti obbligatori nell’ambito della sicurezza del lavoro.

    RISCHIO ALTO